Vai al contenuto
100 euro in più nella busta paga di gennaio 2025 per i lavoratori dipendenti!
Il Bonus sulla tredicesima slitta a gennaio 2025 ed è pari a 100 euro lordi erogati ai dipendenti dal proprio datore di lavoro.

Come funziona il Bonus 100 euro in busta paga e a chi spetta

Tempo di Lettura: 2 minuti
bonus 100 euro
Bonus 100 euro

Il bonus 100 euro è una indennità una tantum che il Governo Meloni aveva promesso che sarebbe stato erogata nelle buste paga dei lavoratori a dicembre 2024, collegato alla tredicesima mensilità. A causa della mancanza di 100 milioni con i quali finanziare la misura e disponibili solo a partire dal 30 novembre 2024, sarà corrisposta a gennaio 2025. Hanno diritto al Bonus 100 euro i dipendenti pubblici e privati che hanno un coniuge ed almeno un figlio a carico o ai contribuenti senza coniuge ma sempre con almeno un figlio all’interno del nucleo familiare.

Inoltre, il dipendente deve avere un reddito da lavoro che non deve superare i 28mila euro annui, con l’anno di imposta di riferimento che sarà quello del 2024.

Pronota una consulenza TECNICA SPECIALIZZATA con il nostro esperto!

Tabella dei Contenuti

Come richiedere il Bonus 100 euro lavoratori dipendenti

Il Bonus 100 euro sulla tredicesima sarà erogato a gennaio 2025 ed è stato ribattezzato come Bonus Befana a causa dello slittamento in questo mese dell’anno.

L’indennità sarà anticipata dal datore di lavoro nella busta paga, che sarà rimborsato successivamente attraverso la compensazione sulle imposte e sui contributi che deve pagare.

Infatti, il datore di lavoro agisce come sostituto d’imposta e per erogarlo deve ricevere la richiesta del dipendente, il quale deve dichiarare di rientrare nei requisiti richiesti dal Bonus 100 euro e fornirgli i codici fiscali del coniuge e dei figli a carico.

La misura ha come obiettivo quella di sostenere i redditi bassi ma non la percepiranno i dipendenti che hanno un reddito che non raggiunge gli 8.500 euro annui.

Vedi Anche:  Aliquota IVA 10 per cento food delivery: per quali prodotti?

A quanto ammonta il Bonus 100 euro

Il Bonus tredicesima per i lavoratori dipendenti ammonta a 100 euro lordi in busta paga, quindi il netto percepito sarà inferiore a questo importo.

Infatti, se si accede al Bonus 100 euro con la ritenuta IRPEF è necessario applicare l’aliquota prevista per i redditi fini a 28 mila euro e pari al 23 per cento. Quindi si otterranno 77 euro a gennaio 2025.

Invece, se si possono aggiungere le detrazioni, l’importo del bonus, applicando la formula legata al reddito dei lavoratori dipendenti, sarebbe pari a:

  • 96,55 euro per i redditi fino a 10mila euro;
  • 93,29 euro per i redditi che non superano i 12.000 euro;
  • 90,96 euro per i redditi che non oltrepassano i 14 mila euro;
  • 90 euro per i redditi non superiori a 15mila euro;
  • 92,69 euro per i redditi che non vanno oltre i 18.000 euro;
  • 90,21 euro per i redditi che non superano il limite dei 20 mila euro;
  • 88,17 euro per i redditi che si attestano non oltre i 22mila euro;
  • 85,74 euro per i redditi che non oltrepassano la soglia dei 25.000 euro;
  • 84 euro per i redditi che arrivano a 28 mila euro.

Queste somme possono anche aumentare se vengono applicate le detrazioni per gli altri familiari a carico, se spettanti.

Leggi anche:

Informative Tecniche & Risorse Consulenziali

Tag

F.A.Q. per Come funziona il Bonus 100 euro in busta paga e a chi spetta

Vuoi ricevere le novità del settore?
Per maggiori informazioni sul trattamento dati personali ti invitiamo a consultare la nostra Privacy.

Cerca