Vai al contenuto
Bonus zanzariere con Ecobonus o Superbonus?
Scopri come ottenere il Bonus zanzariere e la detrazione spettante attraverso gli interventi previsti nell’Ecobonus e nel Superbonus.

Bonus zanzariere: quale detrazione utilizzare per ottenerlo

Tempo di Lettura: 3 minuti
bonus zanzariere
Bonus zanzariere

Quando si parla di Bonus zanzariere si pensa che esso sia una misura con vita e funzionamento proprio. Invece, essa è una agevolazione che rientra nell’Ecobonus e nel Superbonus.

Infatti, l’agevolazione in questione è una detrazione che permette di rientrare dei costi per l’installazione di zanzariere a schermatura solare all’interno dei lavori previsti dall’Ecobonus e dal Superbonus.

Quindi, bisogna fare attenzione alla tipologia di zanzariera acquistata ed a quali interventi è collegata la detrazione spettante.

Vediamo insieme come funziona il Bonus zanzariere 2024 e come ottenerlo.

Pronota una consulenza TECNICA SPECIALIZZATA con il nostro esperto!

Tabella dei Contenuti

Come funziona il Bonus zanzariere

Il Bonus zanzariere non prevede limiti ISEE e può essere ottenuto se:

  • rientra nelle spese di riqualificazione energetica dell’Ecobonus;
  • riguarda l’intervento trainato di rischio sismico o isolamento termico del Superbonus.

A poter usufruire della detrazione fiscale prevista per lo zanzariere bonus sono:

  • i proprietari della singola unita immobiliare oggetto degli interventi, il coniuge ed i parenti fino al terzo grado;
  • i condomini;
  • chi possiede un diritto reale sugli immobili che compongono l’edificio oggetto degli interventi;
  • gli enti pubblici e privati che corrispondono l’IRES;
  • gli affittuari se i proprietari dell’abitazione sono d’accordo.

Gli immobili che sono oggetto dei lavori previsti dall’Ecobonus e Superbonus devono essere a norma, ovvero accatastati o con la richiesta di accatastamento in corso ed in regola con il versamento dei tributi.

Quale detrazione spetta per il Bonus zanzariere

La detrazione ottenibile con il Bonus zanzariere è pari al:

  • 50 per cento su un limite massimo di spesa di 60mila euro per immobile se l’installazione della zanzariera rientra nei lavori dell’Ecobonus, senza ristrutturazione se si rispettano i requisiti di schermatura solare;
  • 70 per cento se l’installazione delle zanzariere è collegata ai lavori di isolamento termico o antisismici del Superbonus come manutenzione straordinaria.
Vedi Anche:  Quali sono i bonus energia per le imprese e come richiederli

Il Bonus zanzariere prevede l’ottenimento della detrazione spettante con l’Ecobonus:

  • in 10 rate annuali di pari importi;
  • con lo sconto in fattura solo per i lavori effettuati prima del 17 marzo 2023;
  • con la cessione del credito a terzi per gli interventi eseguiti prima del 17 marzo 2023.

Invece, la detrazione per le zanzariere con il Bonus zanzariere può essere ottenuta presentando la dichiarazione dei redditi e ripartita in quattro rate annuali di pari importo per i lavori svolti nel 2023 ed in dieci rate annuali dello stesso importo per gli interventi effettuati nel 2022 ma non presentati nella dichiarazione dei redditi 2023 se si usufruisce del Superbonus.

Quali sono le zanzariere acquistabili

Le zanzariere acquistabili e rientranti nelle agevolazioni di Ecobonus e Superbonus sono quelle che schermano la luce e migliorano l’efficienza energetica dell’abitazione.

Infatti, le zanzariere rientranti nel bonus in questione devono:

  • avere il marchio CE;
  • proteggere una superficie in vetro, porta, finestra o vetrata, esposta al sole;
  • avere un valore Gtot inferiore a 0,35, stabilito da un organismo autorizzato che segue la norma UNI EN 14501;
  • essere installate in maniera stabile, integrata all’esterno della superficie vetrata o integrata nell’infisso;
  • essere regolabili.

Le spese agevolabili per il Bonus zanzariere sono quelle relative alla loro installazione, anche dei meccanismi regolatori e di controllo delle schermature, le prestazioni professionali degli installatori, le opere provvisionali ed accessorie e la disinstallazione di quelle più vecchie.

Come richiedere il Bonus zanzariere

Il Bonus zanzariere 2024 è richiedibile per i lavori terminati entro il 31 dicembre 2024, inviando all’Enea i dati e le spese relative all’intervento effettuato entro 90 giorni dalla fine dei lavori o dal collaudo.

Vedi Anche:  Il Bonus gite scolastiche 150€ per famiglie a basso reddito

La domanda per il zanzariere bonus deve essere presentata sul sito internet dell’Enea dal beneficiario della detrazione o dal tecnico intermediario nell’Area utenti.

Questa comunicazione è fondamentale per ottenere la detrazione spettante attraverso la presentazione del Modello Redditi Persone Fisiche, compilando i righi da RP56 a RP59 e utilizzando il codice 5.

Per ottenere il Bonus zanzariere è necessario effettuare i pagamenti con modalità tracciabili e conservare i documenti tecnici ed amministrativi relativi agli interventi effettuati come:

  • la scheda descrittiva dell’intervento;
  • l’asseverazione;
  • le schede tecniche dei componenti e marcatura CE;
  • le attestazioni di prestazione per il fattore di trasmissione solare totale;
  • le delibere delle assemblee condominiali;
  • la dichiarazione del proprietario di consenso all’esecuzione dei lavori;
  • le fatture relative alle spese versate o le ricevute dei bonifici;
  • la stampa dell‘email di conferma inviata dall’Enea per l’avvenuta trasmissione della scheda descrittiva.

Leggi anche:

Informative Tecniche & Risorse Consulenziali

Tag

F.A.Q. per Bonus zanzariere: quale detrazione utilizzare per ottenerlo

Vuoi ricevere le novità del settore?
Per maggiori informazioni sul trattamento dati personali ti invitiamo a consultare la nostra Privacy.

Cerca