Vai al contenuto
Tutte le novità sui Bonus 2024: da quelli confermati a quelli cancellati, fino a quelli messi in attesa
Scopri quali sono i Bonus 2024 ai quali puoi accedere, quelli cambiati e quelli che non ci sono più rispetto allo scorso anno.

La guida ai Bonus 2024: gli aiuti nella Legge di Bilancio

Tempo di Lettura: 4 minuti
bonus 2024
Bonus 2024

La Legge di Bilancio è stata varata da qualche giorno e questo articolo vuole dare spazio a quelli che sono i Bonus 2024 ai quali i cittadini potranno accedere. Allo stesso tempo, vogliamo fare chiarezza sugli aiuti che non fanno parte dei Bonus 2024 in quanto cancellati o sospesi.

Per bonus cancellati si intende quelli che non sono stati più confermati dalla Legge di Bilancio 2024 mentre per bonus sospesi ci si riferisce a quelli che hanno bisogno di un decreto ministeriale ad hoc per prendere il via.

Vediamo insieme un excursus sui Bonus 2024 che il Governo ha previsto, quelli non più in vigore e quelli in attesa di lancio.

Pronota una consulenza TECNICA SPECIALIZZATA con il nostro esperto!

Tabella dei Contenuti

Bonus 2024: gli aiuti attivi

I Bonus 2024 riguardano mutui, asilo nido, bollette, beni di prima necessità, la riduzione dei contributi IVS per le mamme lavoratrici, previsti dalla Legge di Bilancio, più Assegno di inclusione e formazione professionale presenti all’interno del Decreto Lavoro.

Infatti, i Bonus 2024 sono:

  • il Fondo mutui prima casa che dà l’opportunità di accedere ad un finanziamento fino a 250.000 euro per l’acquisto di una abitazione, con garanzia pubblica per la sua metà, se non si è proprietari di altri immobili ad uso abitativo in Italia o all’estero, con priorità di accesso e garanzia pubblica all’80% agli under 36, alle coppie giovani, a chi vive nelle case popolari e al singolo genitore che vive con un minore;
  • la Carta spesa Dedicata a te, la carta emessa da Poste Italiana in formato elettronico per i titolari di reddito ISEE che non supera i 15.000 euro per l’acquisto di beni di prima necessità, ma anche carburanti o in alternativa coprire i costi dell’abbonamento al trasporto pubblico locale;
  • il Bonus Bolletta Luce per il primo trimestre riconosce un contributo presente direttamente sulla bolletta elettrica per le famiglie con ISEE al di sotto di 9.530 euro che riceveranno l’aiuto in forma piena e non superiore a 20.000 euro per quelle con quattro figli nella misura dell’80%;
  • il Fondo alimentare persone indigenti, 50 milioni di euro per la distribuzione di beni alimentari per contrastare il disagio economico e sociale;
  • il Bonus asilo nido, per pagare le rette degli asili pubblici e privati, oltre all’assistenza domiciliare per i figli con meno di tre anni con patologie croniche gravi, con 1.500 euro per chi ha un ISEE che non supera i 25.000 euro e 1.000 euro per chi ha un ISEE tra i 25.000 ed i 40.000 euro, e la novità di una somma aggiuntiva pari a 2.100 euro per i nuovi nati nel 2024 in famiglie con ISEE al massimo di 40.000 euro ed un figlio che non ha compiuto i 10 anni di età;
  • il Bonus mamme lavoratrici, lo sgravio totale dei contributo per le mamme con più di tre figli che lavorano con contratto da dipendente indeterminato sui contributi per invalidità, vecchiaia e superstiti, per un tetto massimo di 3.000 euro all’anno fino al 31 dicembre 2026 se il figlio più piccolo non compie 18 anni di età mentre fino al 31 dicembre 2024 per le madri lavoratrici con due figli a meno che nel frattempo il figlio più piccolo non compie 10 anni di età;
  • l’Assegno di Inclusione, la misura che sostituisce il Reddito di Cittadinanza e offre un contributo per dodici mensilità per quelle persone con disagio economico e sociale unito alla partecipazione a programmi di formazione e riqualificazione professionale, oltre all’accompagnamento per la ricerca di un lavoro;
  • il Supporto Formazione e Lavoro, la misura per l’accompagnamento al lavoro che permette di ricevere 350 euro mensili per dodici mesi ai soggetti con età compresa tra i 18 ed i 59 anni ed un ISEE inferiore ai 6.000 euro e collegata all’Assegno di Inclusione;
  • il Bonus psicologo, la misura che permette di pagare le sedute psicoterapeutiche con un contributo massimo di 1.500 euro per le persone con ISEE non al di sopra dei 15.000 euro, 1.000 euro per quelli con ISEE che compreso tra 15.000 e 30.000 euro e 500 euro per i soggetti con ISEE tra i 30.000 ed i 50.000 euro.
Vedi Anche:  Proteggere la propria abitazione con il Bonus sicurezza

Bonus 2024: gli aiuti cancellati e quelli in attesa di conferma

La Legge di Bilancio 2024 prevede anche Bonus non confermati rispetto all’anno scorso ed aiuti in attesa di decretazione per la loro attuazione.

Tra i bonus che nel 2024 non ci saranno più, troviamo:

  • il Bonus trasporti, i 60 euro per pagare l’abbonamento ai mezzi di trasporto pubblico;
  • il Bonus occhiali, i 50 euro per acquistare gli occhiali da vista o le lenti a contatto;
  • il Bonus cultura, i 500 euro per i nuovi maggiorenni, misura sostituita dalla Carta della Cultura dei Giovani se non si superano i 35.000 euro di ISEE in famiglia con un bonus dello stesso importo e dalla Carta del Merito per gli studenti che alla maturità hanno ottenuto 100 di votazione con un bonus di altri 500 euro da impiegare anche in questo caso nell’acquisto di prodotti culturali, anche se queste misure fanno parte dei bonus in attesa di attuazione.

Invece, tra i Bonus 2024 in attesa di Decreto attuativo che le attivi ci sono:

  • le borse di studio per gli studenti Erasmus di 1.000 euro;
  • il bonus animali domestici, il contributo per pagare le spese dei pet riservato a chi a più di sessantacinque anni;
  • l’indennità ISCRO che attende la definizione dei percorsi di aggiornamento professionale a cui i lavoratori autonomi devono partecipare per percepirla;
  • la norma che permette di non conteggiare nell’ISEE i prodotti di risparmio finanziari fino a 50.000 euro.

A questi Bonus 2024, si possono aggiungere quelli rivisitati nelle regole come il Bonus Bollette, l’Assegno Unico, il concordato preventivo biennale nella semplificazione fiscale, la modifica delle scadenze fiscali 2024, con la loro sospensione ad agosto e dicembre, e le nuove percentuali per Ecobonus 65-75%, Bonus barriere architettoniche 75%, Bonus ristrutturazione 50% ed il Bonus verde 36%.

Vedi Anche:  Bonus genitori separati: la richiesta entro il 31 marzo 2024

Vedi anche:

Informative Tecniche & Risorse Consulenziali

Tag

F.A.Q. per La guida ai Bonus 2024: gli aiuti nella Legge di Bilancio

Vuoi ricevere le novità del settore?
Per maggiori informazioni sul trattamento dati personali ti invitiamo a consultare la nostra Privacy.

Cerca