Vai al contenuto
Preserva il bene più prezioso al mondo.
Due diversi bonus per permetterti di ottenere acqua di prima qualità e collaborare a ridurre l’inquinamento globale.

Bonus Acqua: credito d’imposta per depuratori d’acqua

Tempo di Lettura: 3 minuti
Incentivi Bonus Acqua

Bonus Acqua e Bonus Idrico: importanti novità introdotte dalla legge di Bilancio 2021, consistenti in agevolazioni per le famiglie scelte proprio per far fronte al difficile periodo derivante dall’emergenza COVID-19. Questi due incentivi, Bonus Acqua Potabile e Bonus Risparmio Idrico, sono stati pensati per agevolare interventi di sostituzione di vasi sanitari in ceramica e per ridurre il consumo di plastica e ridurre l’uso di acqua.

Rimandiamo alla guida per il Bonus Idrico per conoscere aspetti legati al suo funzionamento, il suo valore e per chi è stato disegnato. Nella presente guida invece, analizzeremo come funziona il bonus acqua e chi ha diritto al bonus acqua,un credito di imposta per del 50 per cento per le spese sostenute per l’acquisizione e il montaggio di sistemi di filtraggio dell’acqua, spese che potranno essere sostenute dal 1° gennaio 2021 al 31 dicembre 2022.

Pronota una consulenza TECNICA SPECIALIZZATA con il nostro esperto!

Tabella dei Contenuti

Come funziona il Bonus Acqua Potabile

A 5 milioni di € corrisponde il limite annuale per il credito di imposta messo a disposizione, sia per l’anno 2021 che per il 2022, a favore del Bonus Acqua. Lo scopo di questo bonus è quello di razionalizzare l’uso dell’acqua e contemporaneamente ridurre il consumo di contenitori di plastica generato in modo esponenziale, per esempio, dalle bottiglie di plastica. Degno di nota come per il Censis in Italia si consumi un quantitativo molto maggiore di acqua (e quindi purtroppo anche di plastica) rispetto agli altri paesi europei, superando la media UE di oltre l’80 per cento e arrivando in alcuni casi a percentuali che superano di oltre il 500 per cento il consumo di acqua rispetto ad altri paesi europei (studio riportato nella sezione Informative Tecniche & Risorse Consulenziali). Per combattere tale problemi è stato previsto un credito d’imposta del 50 per cento delle spese sostenute per l’acquisizione, il montaggio e l’installazione di sistemi di:

  • filtraggio;
  • mineralizzazione;
  • raffreddamento e / o addizione di anidride carbonica alimentare.
Vedi Anche:  Sisma Bonus: incentivi per adeguamento sismico fino all'85%

Tali impianti, la cui installazione viene coperta nel periodo che va dal 1° gennaio 2021 al 31 dicembre 2022, hanno lo scopo del miglioramento qualitativo delle acque per il consumo umano erogate da acquedotti.

Per tali tipi di interventi, le agevolazioni riconosciute sono fissate a:

  • 1.000,00 per immobile per le persone fisiche non gestori di attività commerciali o economiche;
  • 5.000,00 per immobile adibito ad attività commerciale o istituzionale, per tutti gli altri soggetti.

Tali interventi andranno inoltre comunicati all’Enea, con allegate la rispettive informazioni specifiche sugli interventi, tramite specifica comunicazione telematica Enea, entro 90 giorni dal termine dei lavori. L’ENEA a sua volta (che ricordiamo essere l’agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l’energia e lo sviluppo economico sostenibile), invierà una relazione sul risultato dell’intervento effettuato al Ministro dell’ambiente e della tutela del territorio e del mare, al Ministro dell’economia e delle finanze e al Ministro dello sviluppo economico, che fungerà da asseverazione della bontà dell’intervento.

Chi ha diritto al Bonus Acqua?

Come prima specificato, c’è una differenza fra le persone fisiche e non, facendo anche differenza fra l’importo di cui si può godere:

  • Persone Fisiche: come detto hanno diritto al 50 per cento di agevolazioni per le spese sostenute fino ad € 1.000,00, corrispondenti quindi ad un bonus fiscale massimo di € 500,00 in caso di installazione di sistemi di depurazione presso la propria dimora;
  • Soggetti esercenti attività d’impresa, arti e professioni nonché enti non commerciali, compresi gli enti del Terzo settore e gli enti religiosi civilmente riconosciuti i quali godranno di incentivi in forma di detrazione del 50 per cento delle spese sostenute fino ad un massimo di € 5.000,00, corrispondenti quindi ad un bonus fiscale massimo di € 2.500,00 per installazioni di depuratori in locali aperti al pubblico o in caso di aziende.
Vedi Anche:  INPS Bonus Asilo Nido: come funziona e come richiederlo

Bonus Acqua per Disagio Economico: le differenze con il Bonus Acqua Potabile

Quando si parla di Bonus Acqua per Disagio Economico si parla di un rimborso tariffario che viene erogato in favore delle utenze deboli che vertono in condizioni disagiate dal punto di vista socioeconomiche. Il calcolo di un rimborso simile è basato sull’ISEE, corrispondendo € 25,00 per ogni componente del nucelo familiare in caso di ISEE inferiore ad € 9.000,00, oppure corrispondendo € 20,00 per ogni componente del nucleo familiare per ISEE compreso fra € 9.000,00 e € 20.000,00.

Dal primo al 28 febbraio 2022 è stato possibile presentare domanda per le spese sostenute nel 2021. Mentre la domanda di bonus per le spese sostenute nel 2022 dovrà essere inviata dal primo al 28 febbraio 2023.

Come richiedere Bonus Acqua Potabile

Non ancora esplicitato come richiedere Bonus Acqua Potabile, argomento per il quale rimandiamo a successive indicazioni che verranno offerte dal direttore dell’Agenzia delle Entrate. Qualsiasi news relativa a tale argomento sarà integrata a questa guida, ma nel contempo è disponibile un supporto telefonico per i lettori di incentivi.it: il nostro team di esperti è sempre pronto a offrire consulenza ed assistenza, grazie alla profonda ramificazione e collaborazione con i professionisti del settore. Chiama ora o compila il form per richiedere informazioni in modo gratuito e senza impegno!

Informative Tecniche & Risorse Consulenziali

F.A.Q. per Bonus Acqua: credito d’imposta per depuratori d’acqua

Vuoi ricevere le novità del settore?
Per maggiori informazioni sul trattamento dati personali ti invitiamo a consultare la nostra Privacy.

Cerca

Chiama ORA