Vai al contenuto
Combatti la piaga degli infortuni sul lavoro con il Bando ISI INAIL!
Le imprese possono accedere al Bando ISI INAIL, un finanziamento per la sicurezza sul lavoro.

Incentivi INAIL per la sicurezza sul lavoro: il Bando ISI

Tempo di Lettura: 2 minuti
bando isi inail
Bando Isi Inail

Quando si parla di sicurezza sul lavoro le imprese possono richiedere i finanziamenti provenienti dal Bando ISI INAIL. Questa agevolazione permette alle imprese di migliorare la sicurezza sul lavoro al proprio interno. Infatti, salute, sicurezza sul lavoro, rendere i luoghi di lavoro più sostenibili e produttivi sono i pilastri da raggiungere per le misure promosse dall’Istituto nazionale Assicurazione Infortuni sul Lavoro.

Vediamo insieme come funziona e richiedere questo incentivo INAIL per la sicurezza sul lavoro.

Pronota una consulenza TECNICA SPECIALIZZATA con il nostro esperto!

Tabella dei Contenuti

Come funziona il Bando ISI INAIL

Il Bando ISI consiste nell’erogazione da parte dell’INAIL di contributi a fondo perduto in favore delle imprese per la realizzazione di progetti che migliorino la salute e la sicurezza negli ambienti di lavoro.

Tali contributi sono ottenibili attraverso la partecipazione ad un avviso pubblico che promuove anche l’acquisto di macchinari ed attrezzature agricole con l’obiettivo di ridurre le emissioni dannose per l’ambiente, il rumore e gli infortuni dovuti all’attività manuale.

Ogni anno è previsto un click day che permette alle imprese di inoltrare la domanda sul sito dell’INAIL per progetti da 5.000 a 130.000 euro ed ottenere il finanziamento in conto capitale delle spese ammesse senza contare l’IVA relativamente a progetti divisi in 5 temi:

  • l’adozione di modelli organizzativi e di responsabilità sociale per il 65% delle spese di ammesse e senza limiti di spesa per le aziende fino a cinquanta dipendenti (finanziato con 93,4 milioni di euro, 5 milioni di euro la responsabilità sociale;
  • la riduzione del rischio per la movimentazione manuale dei carichi per gli Enti del Terzo Settore per il 65% delle spese ammissibili con 140 milioni di euro di risorse;
  • la bonifica dall’amianto per il 65% delle spese ammesse con 100 milioni di euro di risorse;
  • per le piccole e medie imprese del settore dei rifiuti per il 65% delle spese ammesse con 80 milioni di risorse;
  • per le piccole e medie imprese del settore della produzione agricola primaria dei prodotti agricoli, il 65% per imprese con 70 milioni di euro di risorse ed l’80% con 20 milioni di euro di risorse per i giovani agricoltori delle spese di progetti da 1.000 a 50.000 euro.
Vedi Anche:  Che cosa sono i Flexible benefit per i lavoratori dipendenti

Le imprese partecipanti possono avere finanziato un solo progetto tra quelli elencati e le risorse sono gestite dalle Regioni, in totale 508 milioni di euro per il 2023. Possono partecipare le imprese che sono iscritte alla Camera di Commercio Industria Artigianato e Agricoltura, hanno la produzione in una Regione o Provincia Autonoma, hanno piena libertà nell’esercizio dei loro diritti, sono in ordine con gli obblighi previdenziali, assicurativi e contributivi e non hanno richiesto finanziamenti pubblici sul tema.

Come richiedere il Bando ISI INAIL

La procedura per richiedere il Bando ISI INAIL è solo online all’interno del sito internet dall’Istituto nazionale Assicurazione Infortuni sul Lavoro.

Le imprese dovranno seguire tre fasi per poter richiedere il finanziamento del proprio progetto sulla sicurezza sul lavoro sulla base delle date che dovranno essere pubblicate dall’ente. Tali fasi sono:

  • l’avvio della compilazione telematica della domanda;
  • l‘apertura dello sportello informatico e la pubblicazione delle regole tecniche per l’invio della domanda;
  • il click day per l’inoltro della domanda.

Le domande verranno prese in carico secondo l’ordine cronologico di invio e bisognerà caricare la documentazione richiesta dal bando se la propria domanda sarà ammessa.

Vedi anche:

Informative Tecniche & Risorse Consulenziali

Tag

F.A.Q. per Incentivi INAIL per la sicurezza sul lavoro: il Bando ISI

Vuoi ricevere le novità del settore?
Per maggiori informazioni sul trattamento dati personali ti invitiamo a consultare la nostra Privacy.

Cerca